Poesie dell’anima, evento in memoria di Leonardo

L’autore si è spento a 23 anni per una malattia, le sue liriche colgono le sfumature della vita

TERRE ROVERESCHE – Una storia commovente. Domani alle 18 nel palazzetto dello sport di Piagge verrà presentato il libro dal titolo “Poesie dell’anima” scritto da Leonardo Fulvi Ugolini che non ha fatto in tempo a vedere realizzato il sogno della pubblicazione perché si è spento nel marzo scorso ad appena 23 anni. Leonardo era affetto dalla sindrome di Freeman Shel-don, una condizione congenita rara, caratterizzata da anomalie ossee e contratture articolari. Negli ultimi anni era stato costretto a fare i conti anche con un serio disturbo polmonare. Nonostante i problemi che attanagliavano la sua esistenza il giovane poeta era un ragazzo che apprezzava la vita, attivo, amato e conosciuto da tantissimi, sia a Piagge che a Fano. Si era diplomato in grafica pubblicitaria nel 2015. Dopo la scuola aveva frequentato i tirocini al museo civico fanese dove poteva condividere in diretta, giorno dopo giorno, la sua grande passione per l’arte che univa a un altro amore, quello per la poesia. «Liriche belle, le sue, espressione di un animo sensibile, capaci di cogliere le sfumature del-la vita quotidiana esaltandone i valori più autentici» commentano i critici e quanti hanno avuto modo di leggere quei versi meravigliosi in anteprima. E’ una fortuna per tutti che il progetto di Leonardo non sia rimasto solo una bella aspirazione. E’ stato il consigliere regionale Federico Talè a interessarsi in prima persona perché il libro di Leonardo diventasse testimonianza concreta di un sentire nobile e coinvolgente. Il libro è pronto. E’ stato stampato nella collana “Quaderni del Consiglio Regionale delle Marche” e domani pomeriggio, come detto, sarà presentato al pubblico nel corso di un’iniziativa intera-mente dedicata a Leonardo, che felice guarderà soddisfatto da lassù. L’invito è esteso a tutti. «Sarà una grande festa – annunciano i promotori -. Una festa come l’avrebbe voluta il giovane autore, organizzata dai suoi familiari con la collaborazione del Comune di Terre Roveresche. Un pomeriggio intenso con letture, pensieri, interventi e momenti musicali. Un’esperienza unica carica di umanità e di mistero.