Il programma

La mia candidatura alle prossime elezioni regionali parte da qui, da me, dal mio vivere la politica al servizio della mia comunità.
Voglio proseguire nella ridefinizione dei servizi sanitari, nella tutela del diritto alla salute, nell’attenzione alle fasce più deboli, nella tutela del nostro territorio, nel sostegno alle imprese e nella salvaguardia del lavoro.
La mia disponibilità, la mia competenza ed il mio impegno saranno sempre al servizio della mia regione, per un ascolto capace di restituire soluzioni concrete ed efficaci.

Sociale

Obiettivi raggiunti:

Due leggi per garantire l’accessibilità a parchi e spiagge ai disabili motori:

Realizzazione di sentieri accessibili e acquisto di speciali carrozzelle da fuoristrada. Incentivo alla dotazione da parte degli stabilimenti balneari dei dispositivi necessari ad agevolare l’accesso al mare.


1.000 euro al mese per i familiari-caregiver di minori con malattie rare:

Dal gennaio 2019 i familiari che si prendono cura di minori con malattie rare percepiscono 1.000 euro al mese.


Aumento di 800mila euro annui del fondo per gli alunni con disabilità sensoriali:

Assicurati strumenti idonei a garantire pari opportunità didattiche.


Maggiori risorse per i centri socio educativi riabilitativi diurni per diversamente abili:

Garantiti migliori standard assistenziali ai ragazzi diversamente abili attraverso l’abolizione del limite dei 10 disabili gravi per ciascuno CSER.


Legge sull’utilizzo dei prodotti biologici nelle mense scolastiche:

Nella preparazione dei pasti si dovranno impiegare, per almeno il 40%, prodotti che provengono da coltivazione e allevamenti biologici.

Obiettivi da raggiungere:

Garantire una qualità della vita migliore alle persone in condizioni di non autosufficienza e a coloro che se ne prendono cura:

Aumentare il Fondo Regionale per la Non Autosufficienza; approvare la legge a tutela dei caregiver; potenziare il progetto “Dopo di noi” a supporto di un modello di vita indipendente.


Autonomia e dignità del lavoro:

Sostenere le imprese e rafforzare i servizi di collocamento mirato per offrire nuove opportunità di lavorò.


Una rete al servizio dei più deboli:

Assicurare una migliore assistenza nelle strutture socio educative riabilitative superando i limiti imposti dalla DgR 1331/2014; potenziare le strutture e i servizi dedicati a coloro che soffrono di Alzheimer e di altre patologie legate alla sfera cognitiva.

Sanità

Obiettivi raggiunti:

Tutele specifiche nel Piano Sanitario per l’ospedale di Pergola e per le altre strutture dell’entroterra.

Particolare attenzione al rafforzamento della rete di emergenza/urgenza. 


Raddoppio posti letto all’Hospice di Fossombrone.

Potenziata una realtà unica nel panorama regionale, che non prende in carico solo i pazienti oncologici, ma anche le persone affette da malattie neuro-degenerative.


Istituzione del Dipartimento del Servizio Sociale Professionale e del Dipartimento delle Professioni sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione.

Avviata una concreta ed efficace integrazione socio sanitaria nelle prestazioni a tutela dei cittadini in situazione di fragilità e in condizione di cronicità.


Legge per la presa in carico delle persone con disturbi del comportamento alimentare.

Potenziamento dei tre ambulatori specialistici multidisciplinari di Pesaro, Jesi e Fermo per affrontare col massimo dell’efficacia una patologia che è la seconda causa di morte tra i giovani.


Convenzione camera iperbarica di Fano.

Chi necessita di prestazioni di ossigenoterapia ora può rivolgersi alla struttura di Fano pagando solo il ticket e, se esentato, non pagando nulla.

Obiettivi da raggiungere:

Rafforzare la sanità territoriale.

Potenziamento delle strutture periferiche e riattivazione dei punti di primo intervento.


Abbattimento liste d’attesa e riduzione della mobilità passiva.

Prevedere il funzionamento delle macchine per la diagnostica per almeno 16 ore al giorno oltre al proseguimento del sistema Bonus-Malus, già introdotto.


Eliminare il sovraffollamento dei Pronto Soccorso.


Diagnostica strumentale domiciliare in tutta la regione.

Consentire ad anziani e disabili di fare a casa propria ecografie ed altri esami strumentali.


Introdurre la continuità assistenziale pediatrica.

Assicurare ai bambini la tutela sanitaria sul territorio anche il sabato e nei giorni festivi.

Territorio

Obiettivi raggiunti:

Sostegno alle imprese per fronteggiare la crisi Covid:

8.500.000 euro destinati alle imprese agricole;

16.800.000 euro destinati al settore turismo;

Oltre 39.000.000 euro per commercio, artigianato, attività produttive, lavoro e istruzione.


Protezione della costa:

Più di 420.000 euro destinati alla realizzazione e manutenzione delle scogliere.


Semplificazione delle procedure di risarcimento agli imprenditori agricoli:

Iter più snelli per garantire il risarcimento agli imprenditori agricoli che hanno subito danni al patrimonio agricolo e zootecnico causati dalla fauna selvatica.


Riqualificazione delle strutture alberghiere:

Incremento di 5milioni di euro delle risorse destinate alla riqualificazione delle strutture alberghiere.


Nuove risorse per percorsi ciclopedonali:

I fondi regionali per le ciclovie ora ammontano a più di 46milioni di euro.

Obiettivi da raggiungere:

Sburocratizzazione e sgravi fiscali per tutte le imprese marchigiane.


Potenziamento delle infrastrutture e della rete viaria:

Per garantire più efficaci collegamenti costa-entroterra e con le altre regioni.


Integrazione dei servizi nella aree interne e incremento delle risorse e delle misure a sostegno dei negozi dei centri storici delle città e dei piccoli comuni.


Tutela del brand “Made in Marche”:

Per proteggere in modo più efficace la produzione artigianale, enogastronomica e agricola della nostra regione.